Le imprese di Annibale

Annibale è un condottiero cartaginese, reso celebre dalle sue imprese durante la Seconda Guerra Punica. Nato a Cartagine nel 247 a.C. e figlio del sovrano Amilcare Barca, Annibale cresce in Spagna seguendo gli insegnamenti antiromani del padre, uscito sconfitto dalla Prima Guerra Punica. Comandante dell’esercito cartaginese in Spagna, Annibale dà inizio a quella che sarà ricordata come Seconda Guerra Punica con l’assedio e la conquista della città di Sagunto, alleata di Roma, nel 218 a.C. Da Sagunto, Annibale si mette in marcia verso l’Italia a capo di un potente esercito. Dopo aver attraversato i Pirenei, l’esercito di Annibale supera Marsiglia e si accinge dunque a valicare le Alpi. In Italia Annibale ottiene una serie di vittorie: nel 218 a.C. sul Ticino e sul Trebbia, nel 217 a.C. sul Trasimeno e nel 216 a.C. a Canne, in puglia. Grazie alle sconfitte subite, però, l’esercito romano capì come contrattaccare e sposta il conflitto su suolo africano: la battaglia decisiva ha luogo a Zama nel 202 a.C. e segna la fine della Seconda Guerra Punica con la vittoria di Roma.