Articolazioni del bacino

Questo video tratta dell'articolazione dell'anca. L'articolazione dell'anca è costituita a sua volta da tre articolazioni: la sacro-iliaca, la sinfisi pubica e la sacro-coccigea.

L'articolazione sacro-iliaca presenta delle particolarità perché è un'articolazione con caratteristiche tipiche sia dell'artrodia sia della sincondrosi: infatti presenta della cartilagine (come tutte le sincondrosi) ma di fatto i sono due capi ossei sono contigui e quindi è considerata un'artrodia atipica. L'articolazione presenta una capsula, in cui c’è il legamento sacro-iliaco anteriore che va dall'ala del sacro alla porzione laterale del sacro, di lato ai fori sacrali anteriori. Il legamento sacro-iliaco posteriore è costituito da tre fasci:

  1. Il fascio interosseo che è un rinforzo alla capsula;
  2. Il fascio lungo;
  3. Il fascio corto, che origina dalla cresta intermedia del sacro e giunge alle due spine iliache e all'incisura compresa tra le spine.

L'articolazione dell'anca presenta altri importanti legamenti: quello ileo-lombare si estende dai processi della terza vertebra lombare fino al margine posteriore della cresta iliaca postero-superiore. Questo legamento è costituito da un fascio superiore, uno medio e uno inferiore.

L'anca presenta dei legamenti propri: sono costituiti dalla membrana otturatoria ed il legamento inguinale.

L'articolazione sacro-coccigea è una sinostosi ossificata in modo anteriore, laterale e posteriore: permette la retropulsione del coccige nei casi di necessità di aumentato diametro dello stretto inferiore del bacino, come succede in gravidanza.