Cicerone: le opere filosofiche

Marco Tullio Cicerone produce svariate opere anche in ambito filosofico, è anzi proprio a lui che si deve una capillare diffusione della filosofia greca a Roma e la creazione di un vero e proprio lessico della filosofia in latino (prima del suo intervento praticamente inesistente). In particolare, dalla filosofia stoica Cicerone mutua il rigore morale, e dai peripatetici un moderato edonismo. Tra i filosofi greci che più lo influenzano c’è sicuramente Platone, alla sua Repubblica, infatti, Cicerone si ispira (pur distanziandosene profondamente) per il celebre De re publica. Tra le altre opere filosofiche ciceroniane, non dobbiamo dimenticare il De legibus, del 52 a.C., gli Academica, legati a tematiche gnoseologiche, e il De finibus bonorum et malorum, sull'etica ellenistica. Di argomento teologico sono poi il De natura deorum, il De fato e il De divinatione.