Epatociti: le cellule del fegato

Dopo aver studiato il fegato da un punto di vista macroscopico, andiamo ad osservare la sua struttura microscopica e la sua particolare circolazione.

Il fegato è suddiviso in lobuli da dei tralci connettivali provenienti dalla sua capsula; ogni lobulo riceve alcuni rami provenienti dall'arteria epatica e dalla vena porta ed emette dei rami per i dotti biliari. Questi tre tipi di vasi sono sempre affiancati tra loro e sono contenuti in spazi detti “spazi portali”, che contornano i lobuli epatici. Al centro di ogni lobulo epatico è invece presente una grossa vena detta “vena centrolobulare”, che rappresenta il ramo terminale delle vene sovraepatiche.

La circolazione del lobulo epatico procede quindi in senso centripeto. Infatti, il sangue proveniente dalla vena porta e dall'arteria epatica si unisce all'interno del lobulo in spazi detti “sinusoidi” e forma una ricca rete venosa che pervade l'intero lobulo fino a portarsi al suo centro ed immettersi nella vena centrolobulare. La secrezione della bile segue invece una direzione centrifuga, poiché la bile secreta dalle cellule del lobulo si porta verso l'esterno fino a raggiungere, negli spazi portali, i rami dei dotti biliari detti “duttuli biliari di Hering”.