Osso temporale - anatomia

Questo video tratta l'osso temporale. L'osso temporale è un osso della scatola cranica, di cui costituisce in parte la base e in parte la volta. È un osso pari e simmetrico che ha una funzione strutturale oltre che di protezione degli organi interni del sistema nervoso centrale. Presenta numerosi accessi per strutture vascolari e nervose. Non può essere propriamente definito osso piatto poichè presenta internamente una sporgenza che prende il nome di rocca petrosa o piramide.

La faccia esocranica presenta una regione a squama che è separata dalla regione mastoidea dalla fessura petro-squamosa. All’interno della squama si possono notare i solchi lasciati dal cervello: sempre dalla squama origina il processo zigomatico che si protende in avanti proprio per l'articolazione con l'osso zigomatico. Tra la squama e il processo zigomatico viene a formarsi una fossa, chiamata mandibolare.
Un'altra porzione interessante della faccia esocranica è rappresentata dal meato acustico esterno, che rappresenta l'ingresso al canale acustico.
Rilevanti sono anche la presenza del processo stiloideo alla base, luogo di origine di numerosi muscoli, e il canale carotideo attraverso il quale entra nel cranio la carotide interna: questo è il vaso più importante della testa e irrora di sangue il cervello. Medialmente al processo stiloideo si trova anche una incisura che accoglie la vena giugulare interna, che fa defluire il sangue povero di ossigeno e con i prodotti di scarto tossici del cervello al di fuori dal cranio.

Per quanto riguarda la faccia endocranica questa è molto più complessa. L’osso piramidale presenta il meato acustico interno, dove sbocca anche il nervo statoacustico dopo aver raccolto le afferenze dalla coclea, importante struttura nervosa coinvolta nel senso dell’udito. Inoltre sulla faccia posteriore della piramide sono presenti la fossa petrosa e l'apertura dell'acquedotto del vestibolo, struttura attraverso cui il vestibolo scambia il suo liquido con il liquor cefalo-rachidiano, liquido che lubrifica e nutre le strutture del sistema nervoso centrale.

La base della piramide continua nella squama e nella regione petrosa, mentre il suo apice è cavo e costituisce l'apertura del canale carotico che attraversa tutto l'osso per poi decorrere sul corpo dell'osso sfenoide.

È interessante osservare la struttura che si forma sulla faccia posteriore della piramide, ovvero la spina giugulare: articolandosi con l'osso occipitale, essa permette la formazione di un forame giugulare per la fuoriuscita della vena giugulare.

È evidente quindi l’importanza dell’osso temporale per il suo stretto rapporto con le strutture del l’orecchio.