Anatomia del cuore: atri e ventricoli

In questa lezione analizzeremo come sono fatti all'interno gli atri e i ventricoli, cioè le quattro cavità che compongono il cuore, di cui abbiamo già analizzato la forma. La prima cosa che notiamo è che le camere cardiache di destra e di sinistra sono separate tra loro in modo netto a livello degli atri dal setto interatriale e, a livello dei ventricoli, dal setto interventricolare. Il passaggio tra gli atri e i ventricoli è invece costituito da delle valvole, la cui funzione è quella di evitare il reflusso del sangue durante la sistole ventricolare, cioè la contrazione dei ventricoli.

L'atrio destro è costituito da una porzione posteriore detta “seno delle vene cave” perché è formata dall'ingresso delle due vene cave, superiore e inferiore, nell'atrio e da una porzione anteriore, costituita dall'auricola destra (che va ad avvolgere l'emergenza dell'aorta) e dalla valvola tricuspide, che separa l'atrio destro dal ventricolo destro; nell'atrio destro si trova anche l'orifizio del seno coronario, cioè lo sbocco della vena che raccoglie il sangue refluo dal cuore e, medialmente, la fossa ovale che rappresenta il residuo del foro di Botallo, cioè il foro di comunicazione dei due atri durante la vita fetale. Nell'adulto il setto interatriale normalmente non presenta interruzioni anche se in realtà nel 25% della popolazione circa il foro di Botallo non risulta completamente chiuso.

La valvola tricuspide presenta tre lembi ancorati ai muscoli papillari nel ventricolo destro i quali permettono la completa chiusura della valvola.

Il ventricolo destro è formato da una parte rugosa che riceve il sangue dall'atrio e da una parte liscia a forma di cono che rappresenta l'emergenza dell'arteria polmonare, la quale presenta anche lei una valvola a tre lembi, detta valvola semilunare.

L'atrio sinistro è suddiviso in due parti: il seno delle vene polmonari, nel quale si inseriscono le quattro vene polmonari, ed una porzione anteriore di cui fa parte anche l'auricola sinistra, che abbraccia la fuoriuscita dal ventricolo destro del tronco polmonare.

Il passaggio dall'atrio al ventricolo sinistro è segnato dalla presenza della valvola mitrale, la quale è costituita da due soli lembi, ancorati ad altrettanti muscoli papillari.

Il ventricolo sinistro è molto simile al destro: anch'esso contiene una porzione infundibolare rappresentata dal cono di emergenza dell'arteria aorta, la quale presenta una valvola a tre lembi molto simile a quella dell'arteria polmonare.

Il setto interventricolare è costituito da una porzione fibrosa superiore e da una muscolare inferiore.