L'ordine dorico: il Tempio di Era (Olimpia) e il Tempio di Apollo (Corinto)

Descrizione illustrata dell'ordine dorico nei templi dell'antica Grecia.

Nell'ordine dorico, caratterizzato da proporzioni massicce, l'edificio è concepito come un volume pieno, e inizialmente risulta di dimensioni forti e pesanti

Il Tempio di Era ad Olimpia, o "Heraion", (VII secolo a.C.) è il più antico esempio di quest'ordine architettonico. Qui, ogni quattro anni, si celebravano i più importanti agoni sacri del mondo greco.
Le colonne doriche- inizialmente di legno e sostituite con quelle di pietra in varie epoche- hanno un aspetto poroso e non compatto, a causa della tipologia di pietra calcarea di cui sono composte.

Risale al 540 a. C., invece, il Tempio di Apollo a Corinto, innalzato su una piattaforma rocciosa. Rappresenta l'espressione più matura dell'ordine dorico del VI sec. a. C. e delle relative sperimentazioni tecniche, ad esempio per evitare gli effetti deformanti nella visione dell'edifico, causati dalla luce o dalla prospettiva.

In collaborazione con VidLab (www.vidlab.it)